Tettoia fissa con elementi modulari

,
Tettoia fissa con elementi modulari

Tettoia fissa con elementi modulari

Travatura reticolare modulare

Travatura reticolare modulare

Tettoia fissa modulare

Tettoia fissa modulare

Soppalchi Industriali – Soppalco Padova

Soppalco Padova

Soppalchi Industriali – Soppalco Padova

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE GENERALI DEL SOPPALCO   E QUALCHE ACCENNO SUI CARICHI                

 Trattasi di strutture in acciaio completamente smontabili, costruite con materiali certificati all’origine dal fornitore (certificato tipo 3.1 secondo norma UNI EN 10204). I profilati sono in qualità S275JR e S235JR conformi alle norme UNI 10025.

Le strutture sono assemblate mediante bulloneria ad alta resistenza (viti classe 8.8, dadi classe 6.S).

Fissaggio a terra tramite ancoranti meccanici (previa verifica delle capacità portanti della pavimentazione).

I semilavorati sono realizzati con materiale saldabile e compatibile con il processo di saldatura semiautomatico a filo continuo in atmosfera protetta . Il procedimento di saldatura è stato certificato d secondo norma UNI EN ISO 15614-1. Il personale addetto alla saldatura è qualificato secondo norma UNI EN 287-1.

Riferimenti normativi                                                                    

La  struttura  metallica  è  progettata  con  riferimento  alle “Norme Tecniche per le Costruzioni”  emanate con  Decreto  Ministeriale del 14 gennaio 2008 ed alle relative istruzioni contenute nella circolare 2 febbraio 2009, n° 617. Per la progettazione antisismica della struttura si fa riferimento in particolare al capitolo 3 “Azioni sulle Costruzioni”: alcuni stralci sono riportati di seguito.

CAPITOLO 3.1.3 – Carichi permanenti non strutturali (G)                                                      

Sono considerati carichi permanenti non strutturali i carichi non rimovibili durante il normale esercizio della costruzione.

CAPITOLO 3.1.4 – Carichi variabili (Q)                                                                  

I carichi  variabili  comprendono  i  carichi legati alla destinazione d’uso dell’opera; i modelli di  tali azioni possono essere costituiti da:

– carichi verticali uniformemente distribuiti qk [kN/m2]

– carichi verticali concentrati Qk [kN]

– carichi orizzontali lineari Hk [kN/m].”

I valori nominali e/o caratteristici qk, Qk ed Hk sono riportati nella Tab. 3.1.II. Tali valori sono comprensivi degli effetti dinamici ordinari, purché non vi sia rischio di risonanza delle strutture.

I carichi verticali concentrati Qk formano oggetto di verifiche locali distinte e non vanno sovrapposti  ai  corrispondenti  carichi  verticali ripartiti; essi  devono essere applicati su  impronte di carico appropriate

all’utilizzo ed alla forma dell’orizzontamento; in assenza di precise indicazioni può essere considerata  una forma dell’impronta di carico quadrata pari a 50 x 50 mm, salvo che per le rimesse ed i parcheggi, per i quali i carichi si applicano su due impronte di 200 x 200 mm, distanti assialmente di 1,80 m.

 

PORTE AD IMPACCHETTAMENTO GRANDI DIMENSIONI

PORTE AD IMPACCHETTAMENTO GRANDI DIMENSIONI

PORTE AD IMPACCHETTAMENTO GRANDI DIMENSIONI

PORTA RAPIDA AD IMPACCHETTAMENTO GRANDE LUCE

PORTA RAPIDA AD IMPACCHETTAMENTO GRANDE LUCE

Scaffalatura Industriale Padova

Scaffalature Industriali Padova

Scaffalatura Industriale Padova

Abbiamo realizzato a Padova un magazzino per un’ azienda Leader nel settore della refrigerazione. Le Scaffalature installate sono sia per il prodotto palettizzato che per il prodotto a picking. Per quanto riguarda il pallettizzato Vi sono strutture a 4/5 livelli per Europallets, invece per la minuteria il ns.  scaffale ad incastro del tipo più leggero.

PORTAPALLETS PREZZI OFFERTA

PORTAPALLETS PREZZI OFFERTA

PORTAPALLETS PREZZI OFFERTA

Scaffalatura Monofronte (nr. 4 campate) –  altezza mm. 5200 

Altezza                                                                       mm.   5200

lunghezza (nr. 3 campate da mm. 2725)            mm.   8535

Profondità                                                                 mm.   1000

portata per coppia travi                                         kg.       2550 (c.u.d.)

piani in altezza                                                         nr.       3 + Terra

Importo netto a partire da € 999,00 + I.V.A.

Consegna veloce

Trasporto escluso

PORTA PALLETS PREZZI OFFERTA

PORTA PALLETS PREZZI OFFERTA

PORTA PALLETS PREZZI OFFERTA

Scaffalatura Monofronte (nr. 3 campate) –  altezza mm. 4000 

Altezza                                                                       mm.   4000

lunghezza (nr. 3 campate da mm. 2725)            mm.   8535

Profondità                                                                 mm.   1000

portata per coppia travi                                         kg.       2550 (c.u.d.)

piani in altezza                                                         nr.       2 + Terra

Importo netto a partire da € 599,00 + I.V.A.

Consegna veloce

Trasporto escluso

 

 

SCAFFALATURA DRIVE IN Magazzino Logistica

DRIVE IN - montaggio eseguito

SCAFFALATURA DRIVE IN  Magazzino Logistica

SCAFFALATURE DRIVE IN Magazzino Logistica

SCAFFALE DRIVE IN – corridoio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SCAFFALATURA DRIVE IN.

Abbiamo installato questo impianto c/o un nostro affezionato cliente operante nel settore della Logistica. Si è rivolto a noi perché necessitava di ottimizzare il magazzino per un prodotto rivolto ad un specifico servizio dedicato. Il risultato ottenuto è stato un’ incremento della capienza ed ottimizzazione degli spazi e percorsi. Il tutto si è tramutato in aumento della produttività.

DESCRIZIONE GENERALE DELL’ IMPIANTO DRIVE IN

E’  formato da una serie di fiancate collegate tra loro in sommità e dotate di mensole sulle quale vengono fissate dei binari. I binari hanno la funzione di creare dei piani di appoggio per i pallets che verranno disposti in multipla profondità.

Il materiale entra ed esce dai tunnel creatasi tra le varie fiancate dalla stessa via di accesso (principio L.I.F.O.) Last in – First out). Si ottengono quindi dei tunnel lunghi quanto è profonda la struttura ed il carrello elevatore per depositare e prelevare l’ unità di carico entrerà in questi canali.

Il sistema può essere passante se non vengono installate delle controventature  o non passate (come la struttura rappresentata). Per le strutture Passanti vengono previste delle torri di controventature opportunamente dimensionate.

E’ la soluzione ideale per lo stoccaggio di merce omogenea e con limitato numero di referenze.

VANTAGGI

Il vantaggio principale di questo sistema è il massimo compattamento delle unità di carico e con l’ eliminazione di corridoi di lavoro.

SVANTAGGI

Questo impianto si presta bene per una rotazione veloce della merce in quanto essendo un L.I.F.O. bisogna svuotare completamente ogni tunnel prima di riempirlo nuovamente.

Analizziamo bene quindi il tempo di svuotamento.

Portapallets speciale per bancali fuori Standard

Portapallets speciale per bancali fuori Standard

Portapallets speciale per bancali fuori Standard

Barella Rompitratta con doppia trave centrale.

Barella Rompitratta con doppia trave centrale.

 

 

Magazzino Porta Pallets realizzato per stoccare unità di carico di diverse misure.  La realizzazione di questo impianto si è ottenuta con il concetto che la soluzione ottimale  è sempre quella che permette la massima flessibiltà.  Abbiamo fabbricato piani di carico composti dai canonici correnti esterni corredati da ulteriori due travi interne. Questa soluzione permette di lo stoccaggio di Pallets con misure diverse lavorando in completa sicurezza.

 

Compattabile – Archivio pellicole cinematografiche

Compattabile - Archivio pellicole cinematografiche

Compattabile – Archivio pellicole cinematografiche

Compattabile - corridoio interno

Compattabile – corridoio interno

Compattabile - particolare crocieratura

Compattabile – particolare crocieratura

Compattabile - particolare antiribaltamento

Compattabile – particolare antiribaltamento

SCAFFALE PORTAPALLET SU CORRIDOIO TRILATERALE

SCAFFALE PORTAPALLET SU CORRIDOIO TRILATERALE

SCAFFALE PORTAPALLET SU CORRIDOIO TRILATERALE

Corridoio facente parte di un’ impianto progettato per l’ ingresso di carrelli tipo trilaterale combinato. Il carrello filo-guidato procede all’ interno del corridoio mediante impulsi a induzione elettromagnetica. La produttività è al massimo livello sia nel commissionamento degli ordini che nello stoccaggio dei pallets. I corridoi ristetti permettono il massimo sfruttamento degli spazi incrementando la produttività del vostro magazzino.